Alle Taddia è nato il premio “Oliviero Poppi”

Alle Taddia è nato il premio “Oliviero Poppi”

Sabato 13 novembre si è tenuta, presso l’Aula Magna dell’IIS “F.lli Taddia”, la presentazione del premio intitolato a Oliviero Poppi, una delle figure più importanti e rappresentative del tessuto imprenditoriale centese, scomparso prematuramente trent’anni fa.

Per volere della famiglia è stato istituito un premio a suo nome rivolto agli alunni del settore Industria e artigianato particolarmente meritevoli. L’incontro, coordinato dalla Dirigente Elena Accorsi e dai professori Francesco Rotiroti e Mirco Alvisi, ha visto la partecipazione della classe 3M, dell’ indirizzo Manutenzione e Assistenza Tecnica, e di una rappresentanza della famiglia Poppi , la figlia Maria Luisa e la nipote. Dapprima il professor Rotiroti ha fatto un excursus storico sulla nascita e sviluppo dell’istituto, poi la signora Poppi ha spiegato le motivazioni di questo premio. Ai ragazzi ha raccontato come il padre, che negli anni Sessanta ha fondato la ditta Elettrostamperie Poppi, era stato un alunno delle Taddia ma che, con suo grande rammarico, per motivi di lavoro non era riuscito a terminare gli studi. La famiglia, così, ha deciso di istituire un premio a lui dedicato, un modo anche per sottolineare l’alta considerazione che l’imprenditore aveva sempre manifestato nei confronti dell’istituto Taddia e di quello che rappresentava.

Il professore Alvisi  ha poi spiegato le modalità e finalità del premio “Oliviero Poppi”: si tratta di progettare tramite l’utilizzo del software Cad e poi realizzare sulle macchine utensili un complessivo meccanico che successivamente sarà assemblato. I vincitori saranno due coppie di alunni che riceveranno complessivamente 1000 euro. I docenti coinvolti sono Roberto Alvisi e Mariella Coviello per la fase di progettazione, Mirco Alvisi per la realizzazione e Francesco Rotiroti per il comitato di valutazione.

Una bellissima iniziativa e un mondo  tangibile per ricordare un grande imprenditore e il suo affetto per l’Istituto Taddia.

Prof.ssa Anna Zarri